Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Food Mania

Food Mania

  • Tweet e post condizionano sempre più il food planning

    Una recente indagine di "MiSiedo" sul comportamento del cliente dimostra una crescita dell'influenza dell'attività social sulla scelta e preferenza del ristorante

    20/06/2015 15:35

    I social network condizionano sempre di più la scelta del ristorante. Ad oggi il food planning sarebbe influenzato dai post per un 40%. A dimostrarlo è una recente indagine del sito online di prenotazione ristorativa “MiSiedo”. La ricerca, presentata nel corso dell’edizione romana della Social Media Week, rileva nello specifico che una recensione, un tweet benevolo o un post spingono il consumatore a pagare un 8,8% in più. L’attività social- si spiega tra l’altro- è in grado di incrementare del 9,5% in più la propensione all’acquisto. L’analisi fa presente, nell’ambito dello studio sul cliente, che il 68% degli utenti prenota un ristorante, che conosce, che ha già frequentato o di cui un amico o una persona di fiducia ne ha parlato bene

  • Prova costume, la dieta mediterranea è il segreto del successo

    Ottanta esperti, tra chef e nutrizionisti, ritengono che il miglior modo per presentarsi in forma all’appuntamento con le spiagge è seguire un regime alimentare sano e leggero

    07/06/2015 12:50

    Dopo mesi di gozzoviglie, vizi culinari e pasti succulenti, anche quest’anno, con gli ombrelloni, le sdraio e il mare all’orizzonte, è tornato puntuale lo spauracchio della temutissima prova costume. Ma qual è il metodo migliore per perdere peso e farsi trovare in perfetta forma a questo appuntamento? Per 8 esperti su 10 il segreto del successo è seguire con regolarità la dieta mediterranea. I vantaggi? Pochi grassi (89%), abbondanza di frutta e verdura di stagione (84%) e completezza dei nutrienti offerti (77%). Tra i piatti più consigliati dagli esperti insalate miste (87%), pesce crudo (84%) e verdure di stagione (76%), mentre assolutamente da evitare la margarina (90%), i condimenti eccessivi (79%) e gli alcolici (75%). Secondo chef e nutrizionisti il segreto per vincere la sfida con l’ansia da specchio sta nel preparare porzioni contenute e poco condite (73%), non lasciarsi attrarre da merendine e fast food (69%) e nella scelta di prodotti freschi e genuini (65%).

  • Dal mango al vino. E' l'estate del gelato trendy

    Nei 3 mesi di bella stagione 23 milioni di italiani consumeranno 20 porzioni a testa. Dai dati Fipe sono state 165mila le tonnellate di questo prodotto consumate nel 2014, quasi 3 chili di gelato a testa

    06/06/2015 12:36

    Dal mango indiano alle amarene marinate nel Primitivo di Manduria, fino al sorbetto al cioccolato di Modica, passando per la delizia vegana. Ecco i gusti più trendy e le novità in fatto di gelato artigianale secondo l'Osservatorio di Sigep, per l'estate 2015. Dai dati Fipe sono state 165mila le tonnellate di questo prodotto consumate in Italia nel 2014, quasi 3 chili di gelato a testa, per un giro d'affari stimato in 4,7 miliardi di euro. Ma è ovviamente l'estate è la stagione clou per i consumi: secondo Eurisko- Igi, 23 milioni di italiani consumeranno gelati in questo periodo, mediamente 20 porzioni a testa nell'arco dei 3 mesi più caldi. Quest'anno la rilevazione parte dall'Expo di Milano.

  • The World's 50 Best Restaurants: leadership rimandata per Massimo Bottura

    Nella classifica dei migliori 50 al mondo Osteria Francescana guidata dallo chef italiano sale dal terzo al secondo posto ma rimane dietro, come lo scorso anno, ai fratelli Roca del ristorante El Celler De Can Roca di Girona (Spagna)

    01/06/2015 22:47

    L’assalto al primo posto è fallito. Massimo Bottura sale di un gradino nella classifica dei migliori al mondo, ma rimane, come lo scorso anno, dietro i fratelli Roca del ristorante El Celler De Can Roca di Girona (Spagna) che questo anno sono i migliori nella classifica The World's 50 Best Restaurants. Il pluristellato chef di Modena, dopo due edizioni in terza posizione, passa dunque al secondo posto. Il Noma di René Redzepi, primo nel 2014, passa al terzo posto. Nella classifica dei “Best 50” si piazzano altri due italiani : al 27 posto Piazza Duomo (Alba- Cuneo) di Enrico Crippa e al 34 posto un altro ristorante italiano “ Le Calandre”(Rubano-Padova) di Massimiliano Alajmo. Entrambi i ristoranti quadagnano ben 12 posizioni in classifica

  • La grigliata cambia menù e lascia spazio a prodotti più leggeri e creativi

    E' quanto emerge da uno studio promosso dal Polli Cooking Lab condotto tra 130 esperti tra nutrizionisti, chef stellati e food blogger. Tra gli ingredienti principali non mancheranno però maiale manzo e agnello con tanta verdura e frutta

    30/05/2015 15:26

    La stagione estiva sarà dominata da cotture più sane e meno 'violente' come il cartoccio (48%) e l'affumicatura (43%) che, unite a spezie (57%) e marinature (52%), permettono di ridurre i quantitativi di sale utilizzato, con innumerevoli vantaggi per la salute. E' quanto emerge da uno studio promosso dal Polli Cooking Lab, l'Osservatorio sulle tendenze alimentari dell'omonima azienda toscana condotto tra 130 esperti tra nutrizionisti, chef stellati e food blogger . L'impiego del cartoccio potrebbe essere una buona risorsa perché esclude l'esposizione diretta ai fumi provenienti dal contatto dei grassi con la brace, protegge l'alimento dalle temperature più elevate e impedisce la fuoriuscita di sali minerali.

  • Arriva la stagione en plein air della birra. Ecco gli abbinamenti migliori per una tavola nel segno della natura

    Formulata da AssoBirra una guida ad hoc per degustrare al meglio la bevanda. Lanciata la campagna “Birra, io t’adoro” indirizzata al consumatore donna

    07/05/2015 14:48

    Con l'inizio della stagione calda arriva e aumenta la voglia di bibite fresce e dissetanti. Principe delle serate primaverili ed estive c'è senza dubbio la birra. AssoBirra ha formulato proprio per questo una guida ad hoc sugli abbinamenti di stagione più leggeri e naturali. E' stata inoltre lanciata la campagna“Birra, io t’adoro” indirizzata al consumatore donna. Ecco dunque gli abbinamenti migliori di questa bevanda con le primizie e i sapori di stagione.

  • E' l'anno del salato. Vincono i gusti sapidi e più maturi

    La tendenza arriva da Tuttofood sulla base di un campione di mille persone. Prevista una ricerca di piatti e ricette in grado di coniugare gusto e attenzione alla salute, per un mix equilibrato tra sapori forti e sapori delicati

    03/05/2015 13:16

    Il 2015 sarà l’anno del salato. Nel corso dei dodici mesi ci sarà infatti una ricerca di gusti sapidi, più maturi, che si rifletterà nella tendenza a piatti e alimenti salati invece che dolci. A rilevarlo è uno studio di Tuttofood (Milano, 3-6 maggio) sulla base di una indicazione pari al 66% su un campione di intervistati di mille persone. Lo studio Ipsos è stato focalizzato su due delle tipologie di consumatori più interessanti: i “Millennials” (18-29 anni) e i“Baby Boomers” (50-64 anni). Dall’analisi emerge inoltre che il 70% degli intervistati ritiene che sarà necessaria la ricerca di piatti e ricette in grado di coniugare gusto e attenzione alla salute, per un mix equilibrato tra sapori forti e sapori delicati, riscoperta delle origini attraverso i grandi classici della tradizione e apprezzamento al tempo stesso di cucine innovative e atipiche.

  • Dalla colazione alla cena la pizza è il piatto scelto per tutte le occasioni

    L’abitudine alimentare-segnala il Centro studi della Fipe-porta a considerare il settore anticiclico, che non risente della crisi economica. Secondo gli ultimi dati la media nazionale di un pasto in pizzeria (pizza+bibita) ha un costo tra i 7 e gli 11 €

    12/04/2015 15:08

    La pizza è il prodotto per tutte le occasioni dalla colazione (8%) del mattino passando per pranzi e spuntini, fino ad arrivare alla cena dove è in cima alla classifica dei piatti scelti (75% delle occasioni). A segnalarlo è la Federazione italiana pubblici esercizi (Fipe) con i dati raccolti dal Centro Studi. Una tendenza comportamentale alimentare che fa delle pizzerie- si spiega- un settore anticiclico, che non risente della crisi economica. Oggi si legge in una nota- sono venticinquemila le pizzerie con servizio al tavolo ed altrettante le take away, con un fatturato aggregato che sfiora i 9 miliardi di euro ed un’occupazione di 240 mila unità

  • I "nuovi italiani" scelgono la pasta senza se e senza ma

    In poco più di 7 anni gli immigrati regolari provenienti da altri Paesi si sono convertiti al nostro piatto nazionale. Erano meno di 2 milioni e mezzo nel 2007, ora sono circa 4 milioni e mezzo con una crescita in termini assoluti del +90%

    09/04/2015 16:19

    Tra i "nuovi italiani" cresce l’amore incondizionato per la pasta, piatto simbolo del made in Italy. In poco piu' di 7 anni gli immigrati regolari provenienti da altri Paesi si sono convertiti al nostro piatto nazionale. Erano meno di 2 milioni e mezzo nel 2007 e sono diventati, come rivela la V edizione dell'Osservatorio Immigrati realizzato da Doxa per Etnocom, circa 4 milioni e mezzo, con una crescita in termini assoluti del +90%. Apprezzata anche la pasta fresca ripiena e i sughi pronti. In 20 anni i consumi pro capite "tengono" anche grazie all'apprezzamento crescente di una fetta della popolazione pari oggi a circa il 10% del totale, che arrivera' a 10 milioni di persone nel 2050.

  • La colomba batte l'uovo di Pasqua. La tipica delizia dolciaria è preferita da sei italiani su dieci

    Speso 1,2 miliardi di euro per imbandire le tavole della Pasqua. Il 51 per cento dei connazionali ha scelto di portare in tavola la carne d’agnello. Varia e diversa la proposta street food per i festeggiamenti

    05/04/2015 13:55

    La colomba è il dolce pasquale preferito dagli italiani: sei connazionali su dieci non hanno infatti rinunciato alla tipica delizia dolciaria preferendola al tradizionale uovo di cioccolato che piace alla metà degli adulti. A segnalare il dato è Coldiretti sulla base dellindagine Ixè sul rispetto delle tradizioni sulla tavola della Pasqua 2015. L’organizzazione agricola, sottolineando una spesa di 1,2 miliardi di euro per imbandire le tavole della Pasqua, ricorda anche che il 51 per cento degli italiani ha scelto di portare in tavola la carne d’agnello consumata nelle classiche ricette al forno, arrosto con le patate, al sugo o brodettato.

Pagina 13 di 30

Naviga tra le pagine

  1. 3
  2. 4
  3. 5
  4. 6
  5. 7
  6. 8
  7. 9
  8. 10
  9. 11
  10. 12
  11. 13
  12. 14
  13. 15
  14. 16
  15. 17
  16. 18
  17. 19
  18. 20
  19. 21
  20. 22
  21. 23

Cerca

Multimedia

  • video

    A Pasqua arriva la colomba al Parmigiano Reggiano di Claudio Gatti

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”

AgroSpeciali