Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Food Mania

Food Mania

  • World Pasta Day: le tagliatelle al ragù scalzano dal primo posto la carbonara, regina del 2018

    Just Eat, nel 2019 sono infatti stati ordinati 27 mila chili di pasta su e giù per l’Italia. Roma è la più ghiotta del cibo simbolo dell’Italia nel mondo

    24/10/2019 11:27

    Aumenta di un +40% l’ incremento di richieste di pasta a domicilio, anno su anno. Nel 2019 sono stati ordinati 27 mila chili di pasta su e giù per l’Italia e a spopolare sono soprattutto le tagliatelle al ragù, che scalzano dal primo posto la carbonara, regina del 2018. La tradizione vince su tutto, infatti la top ten delle paste più ordinate parla chiaro: tra le preferite, lasagne, amatriciana, arrabbiata, tortellini alla panna e gnocchi. A renderlo noto è il food delivery Just Eat on occasione del World Pasta Day, in programma il 25 ottobre.

  • World Pasta Day: la nuova tendenza è mangiarla come contorno

    Ritorno al passato per il piatto simbolo della cucina italiana, solo nel 1800 divenne un primo piatto

    23/10/2019 14:42

    Gli italiani non rinunciano alla pasta. Piuttosto la mangiano come contorno, soprattutto la sera. Secondo gli ultimi dati dell’Unione Italiana Food, 9 italiani su 10 la mangiano regolarmente, 1 su 3 addirittura ogni giorno. Ma stanno cambiando le modalità di consumo. Secondo un’indagine di Wmf, brand tedesco specializzato nella produzione di pentolame, strumenti e elettrodomestici per la tavola e la cucina condotto tra 1200 italiani, realizzato in occasione della Giornata Mondiale della Pasta che si terrà il prossimo 25 ottobre, infatti, ben un italiano su 3 dichiara di averla consumata come contorno

  • Villa Crespi è il primo ristorante di lusso in Italia

    Il Ristorante di Antonino Cannavacciuolo è il terzo più apprezzato al mondo, secondo in Europa. il vincitore italiano di fascia media è il Ristorante Chalet Plan Gorret a Courmayeur

    22/10/2019 14:10

    È il ristorante Villa Crespi dello chef Antonino Cannavacciuolo a rappresentare l’Italia nella classifica mondiale dei migliori ristoranti di lusso vincitori dei premi Travelers’ Choice Restaurants 2019 di TripAdvisor, e lo fa dall’alto del terzo gradino del podio. In prima posizione troviamo il TRB Hutong di Pechino, seguito in seconda posizione dal ristorante Epicure di Parigi. A livello europeo il Villa Crespi si classifica secondo, preceduto dall’Epicure (1°) e accompagnato sul podio dal ristorante The Jane di Anversa, Belgio (3°). Il Ristorante Chalet Plan Gorret di Courmayeur è primo tra i migliori ristoranti italiani di fascia media.

  • Arriva la pasta “antiage” al cioccolato

    L’idea è di Raimondo Mendolia, che firma anche la pasta a basso indice glicemico

    21/10/2019 16:33

    Arriva una novità supergolosa e salutare per rendere omaggio all’alimento principe della tavola italiana in occasione della Giornata Mondiale della Pasta (25 ottobre): la pasta “antiage”, a base di cioccolato fondente 100%, perfetta come antistress e antiossidante. L’idea è di Raimondo Mendolia. Genovese di nascita ma fiorentino d’adozione lo chef studia combinazioni sempre nuove e adatte a tutte le esigenze: dalla pasta “fitness” per gli sportivi a quella a basso indice glicemico per i diabetici, da quella integrale alla versione “antiage”. In occasione della celebrazione propone dei “maccheroncini al fondente 100% con crema di melanzane e parmigiano reggiano 48 mesi”.

  • Dal caffè ai superfood al cold brew: ecco i nuovi trend dell'oro nero

    Il commercio mondiale del comparto Caffè - Macchine per Caffè - Vending Machine ha raggiunto nel 2018 un nuovo massimo, superando quota 17 miliardi di euro

    20/10/2019 15:13

    Caffè ai superfood, Nitro Coffee, Goth Latte – ai carboni attivi –, caffè all’uovo o agli estratti di fiori: sono queste le cinque tendenze più d’avanguardia individuate da una recente ricerca internazionale senza dimenticare il Cold Brew,il caffè estratto a freddo. Puro o con cocco, latte, latte di mandorle, acqua tonica, spremuta o chinotto, è la base ideale per mix alcolici o analcolici, preferito al caffè shakerato per la sua semplicità e l’assenza di zucchero, oltre che per l’inconfondibile aroma. Non è da meno il nitro coffee, il caffè all’azoto

  • Gelato: nei prossimi anni giro d’affari mondiale a 89 milioni di dollari

    Nel Belpaese la spesa per il dolce freddo è volata fino a 3 miliardi di euro nel 2018 (+2% rispetto al 2017, ma +10-12% nei confronti del 2016), complice il caldo “fuori stagione”

    19/10/2019 16:28

    Un boom che non conosce soste, né in Italia né nel resto del mondo. Se nel vecchio continente i numeri della nuova vita del gelato parlano di 9 miliardi di volume d’affari, con 150 mila addetti impiegati (la fonte è Unioncamere), nel Belpaese la spesa per il dolce freddo è volata fino a 3 miliardi di euro nel 2018 (+2% rispetto al 2017, ma +10-12% nei confronti del 2016), complice il caldo “fuori stagione” e la progressiva destagionalizzazione dei consumi. Il gelato artigianale, in particolare, è tra degli alimenti più amati dagli italiani che ne consumano tra i 6,5 e i 7 chili all’anno pro-capite, scegliendo tra i 40mila laboratori che utilizzano materie prime fresche che arrivano dal territorio; segno di un comparto che complessivamente dà vita a un fatturato di 1,5 miliardi di euro

  • Pizza, pasta, carne e fritture: ecco i cibi a cui gli italiani non rinunciano prima di un viaggio nello spazio

    E' quanto emerge da uno studio di TheFork e BVA Doxa in occasione della World Space Week, Settimana mondiale dello spazio

    09/10/2019 12:31

    Gli italiani, prima di intraprendere un lungo viaggio per Marte, sceglierebbero, per il loro ultimo pranzo sulla terra, principalmente pizza (53%), pasta (41%), carne (30%) e fritture (30%). E’ quanto emerge da uno studio sul cibo a cui gli italiani non potrebbero rinunciare neppure di fronte a un viaggio nello spazio realizzata da TheFork, app per la prenotazione di ristoranti nel mondo, con BVA Doxa, società di ricerche di mercato internazionale. L'indagine è stata condotta in occasione della World Space Week, Settimana mondiale dello spazio

  • La blockchain incontra la mixology, nasce il Bloody Mary digitale

    All' Internet Festival-Forme di Futuro chef Colonna servirà ai presenti il cocktail del futuro. Il servizio permette di ricostruire tutta la filiera agroalimentare, all’insegna della trasparenza

    03/10/2019 13:38

    Il cocktail del futuro? E’ interamente tracciato, grazie al web. Una prima dimostrazione arriverà con Internet Festival-Forme di Futuro, la manifestazione che da nove anni fa il punto a Pisa sull’evoluzione degli ecosistemi digitali. Nell’edizione 2019 in programma dal 10 al 13 ottobre ka rassegna esplora il rapporto tra web e cibo. Gusto Digitale è il tag che racchiude una serie di appuntamenti in tema, tra aperitivi, performance, show cooking, degustazioni “immersive”, dibattiti e presentazioni di libri, presso Manifatture Digitali Cinema (via Nicola Pisano 15), una delle 13 location del festival diffuso nella città della Torre.

  • Il lusso nel piatto: ecco i 5 tra i cibi più cari del mondo

    Dalle carni certificate Hida-wagyu al Miele Elvish, rinvenuto in una grotta in Turchia

    30/09/2019 18:38

    Che la buona tavola sia uno dei grandi piaceri della vita, è un pensiero largamente condiviso, ma, a volta, può rappresentare un vero e proprio lusso. Esistono, infatti, alcuni cibi molto particolari ed estremamente pregiati, dai sapori e profumi unici al mondo e, per questo, dai costi altissimi, proibitivi per la maggior parte delle persone. Si tratta di alimenti con una specifica provenienza geografica la cui coltivazione o produzione impone il rigido rispetto di regole e norme. Portare a tavola questi tesori – è proprio il caso di dirlo – comporta una spesa di diverse migliaia di euro.

  • Franco Pepe, non servono pizze gourmet ma cura impasto

    Il pluripremiato patron e cavaliere del lavoro della pizzeria Pepe in Grani, con sede in un palazzo '700esco a Caiazzo, nel Casertano, non ama affiancare al nome 'pizza' l'aggettivo 'gourmet'

    26/09/2019 19:14

    Il cuore del problema e' l'impasto. Perche' "noi siamo panificatori, dobbiamo aver cura dell'impasto". Franco Pepe, cavaliere del lavoro, pluripremiato in Italia e all'estero (ultimo riconoscimento in ordine di tempo i 6 spicchi del Gambero rosso per le sue due 'creature), patron della pizzeria Pepe in Grani, con sede in un palazzo '700esco a Caiazzo, nel Casertano, non ama affiancare al nome 'pizza' l'aggettivo 'gourmet'. "Non si addice a questo cibo della tradizione ma fortemente moderno - sottolinea - del quale troppo spesso e' trascurata la confezione del disco di pasta con l'escamotage di lavorare sul topping, magari creando una accozzaglia di materie prime per imbambolare il cliente. Invece l'impasto e' tutto nella pizza".

Pagina 9 di 51

Naviga tra le pagine

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8
  9. 9
  10. 10
  11. 11
  12. 12
  13. 13
  14. 14
  15. 15
  16. 16
  17. 17
  18. 18
  19. 19
  20. 20

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Binomio, a Roma arriva la cucina all day long nata in Catalogna

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno

AgroSpeciali