Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Food Mania

Food Mania

  • Cucina etnica scelta da 14 milioni di italiani. La cinese in cima alle preferenze

    Rispetto al 2013 i connazionali che hanno aumentato il consumo di ethnic food in locali e ristoranti sono 7,6 milioni secondo una ricerca Nielsen

    19/05/2018 16:00

    Sono 14 milioni gli italiani che dichiarano di aver mangiato in ristoranti e locali di cucina etnica tra gennaio e marzo 2018, cioe' il 42% dei 33,6 milioni che hanno dichiarato di aver mangiato fuori casa almeno una volta nel periodo in analisi. Rispetto al 2013, gli italiani che hanno aumentato il consumo di ethnic food in locali e ristoranti sono 7,6 milioni, il 28% di chi sceglie anche questo tipo di cibo quando mangia fuori casa. Il 52% ha dichiarato un consumo stabile. Ma per il 48% degli italiani- emerge da una ricerca Nielsen. la cucina preferita e' esclusivamente quella nazionale. Per il restante 52% (35% alterna cucina italiana ed etnica, il 17% sceglie solo cucina etnica), le principali preferenze da gustare sono le seguenti: il 23% sceglie la cucina cinese, il 22% quella giapponese, il 9% quella messicana, turca 8%, indiana 5%

  • Millennials, cresce la fantasia in cucina

    Il menù del terzo millennio è all'insegna della sperimentazione negli abbinamenti e nei sapori, ma con al centro ingredienti provenienti dall'orto, in primis le verdure

    07/05/2018 14:46

    Linguine al tofu, millefoglie di verdure, involtini di cruditè e sushi vegetariani: il menù del terzo millennio è all'insegna della sperimentazione negli abbinamenti e nei sapori, ma con al centro ingredienti provenienti dall'orto, in primis le verdure. Fantasia al potere in cucina che vede come prime fan le donne, soprattutto le più giovani, dai 25 ai 35 anni appartenenti alla generazione dei millennials (38%), rispetto ai coetanei uomini (25%). Pare siano infatti le rappresentanti del gentile sesso le più curiose a sperimentare in cucina e a condividere l'esperienza con le amiche: per questa ragione l'aperitivo risulta essere il momento preferito (49%) rispetto alla tradizionale cena. Cosa sale? In primis vegetali come zucchine (68%), melanzane (62%), zucca (59%) e carciofi (54%), seguite da pesce (52%) e cereali (49%): a non risentire delle novità culinarie sono i prodotti legati alla dieta mediterranea, ritenuta da sempre un modello salutare. E' quanto emerge da uno studio promosso dal Polli Cooking Lab in occasione di Cibus 2018, il Salone Internazionale dell'Alimentazione che si apre oggi a Parma.

  • Colazione a domicilio, in Italia il cornetto è insidiato dal pancake

    Indagine di Deliveroo sulle abitudini di consumo della mattina. Gli inglesi sono i più grandi ammiratori della breakfast delivery

    26/04/2018 11:57

    E’ il Regno Unito il Paese che più di ogni altro ama farsi consegnare a casa la colazione. Segue la Francia, Hong Kong, Australia e Singapore. L’analisi sul breakfast delivery è di Deliveroo, il servizio di consegne a domicilio di cibo. Relativamente alla tendenza di consumo di casa nostra si fa presente che l'abitudine del cappuccino e cornetto in Italia è sotto attacco da piaceri esterofili. A Milano e Firenze, dove il servizio di Deliveroo dedicato alle colazioni è attivo, si registra infatti un forte interesse in modo particolare verso specialità tipiche della tradizione made in Usa e verso le tendenze più di moda del momento. Nel capoluogo lombardo spopolano ad esempio i pancake guarniti con sciroppo d’acero e gli smoothies energizzanti. A Firenze riscuotono successo french toast, uova strappazate e bacon

  • Gastronomia, Roma è la migliore destinazione al mondo

    TripAdvisor ha identificato la Top 10 dei luoghi mondiali per gli amanti del cibo sulla base delle prenotazioni di tour gastronomici nel 2017

    24/04/2018 15:09

    E’ Roma, seguita da Firenze, la città al mondo preferita dagli amanti del cibo per realizzare tour gastronomici. A certificarlo è TripAdvisor, il sito per la pianificazione e la prenotazione dei viaggi. Nell’analisi di mercato emerge che i tour gastronomici sono la categoria di esperienze con la crescita più rapida sul sito in base all’incremento della spesa da parte dei viaggiatori che è salita del 61% nello scorso anno rispetto al 2016. Nella Top 10 delle destinazioni mondiali per gli amanti del cibo sulla base delle prenotazioni di tour gastronomici nel 2017 al settimo posto si piazza Venezia. Quanto invece alle regine italiane della gastronomia sulla base dei dati di prenotazione delle esperienze gastronomiche di TripAdvisor la classifica vede prima Roma

  • Ornellaia e Ferrari le passioni "rosa"

    A rivelarlo una ricerca di Spot and Web sul vino al femminile che ha intervistato 500 donne sul consumo del vino nel corso dell'ultimo Vinitaly

    20/04/2018 16:11

    Ornellaia è il vino rosso preferito dalle donne, mentre Ferrari è il brand più amato in assoluto. Lo rivela una ricerca condotta dal portale di marketing e advertising Spot and Web, realizzata in occasione della 53^ edizione del Vinitaly. Ormai le donne hanno conquistato il mondo del vino. Le troviamo tra i sommelier, si affermano come winemaker ma si distinguono anche tra produttrici, enotecarie, ristoratrici, agronome, responsabili della qualità delle uve, viticoltrici, brand ambassador, guide enoturistiche, cantiniere e responsabili d’accoglienza nelle grandi cantine. Il mondo del vino sta quindi diventando sempre più “rosa”, considerando che ad oggi, secondo l’associazione ‘Donne del Vino’, più di un quarto delle 73.700 imprese italiane vinicole è guidato da donne (oltre 19.500).

  • Ecco le coppie formaggio-vino perfette da mettere nel carrello della spesa

    Assolatte ha indicato i migliori prodotti lattiero-caseari da abbinare ai 12 enologici che hanno avuto il maggior boom di vendite nel corso dello scorso anno

    19/04/2018 19:59

    Gli italiani si confermano un popolo di orgogliosi produttori e appassionati estimatori di vino. E mostrano di apprezzare sempre di più le produzioni tipiche locale, quelle che “raccontano” il carattere di un territorio ed esprimono la varietà vitivinicola che caratterizza il “Bel Paese”. Assolatte, partendo da queste basi e prendendo come riferimento la graduatoria dei vini più acquistati nella distribuzione moderna nel corso del 2017, ha indicato i migliori formaggi da abbinare ai 12 vini regionali che hanno avuto il maggior boom di vendite nel corso dello scorso anno. D'altra parte il formaggio- si spiega nel dettaglio in una nota- fa percepire meglio sia l’aroma che il gusto del vino. Infatti il formaggio ha la capacità di attenuare le note acide e di mitigare la sensazione astringente dei tannini, come ha rivelato uno studio scientifico pubblicato sul “Journal of Food Science”.

  • Tannico svela l'identikit del wine-lover italiano

    L’attendibilità dei dati si basa su un panel composto da oltre 85.000 clienti che hanno acquistato vini attraverso l'enoteca online

    13/04/2018 18:21

    I millennial sono ancora innamorati del Dom Pérignon, come emerso lo scorso anno o si sono spostati su altro? Qual è la bollicina preferita dagli emiliani? Il Barolo è ancora di moda? Il Prosecco è apprezzato solo dai low spender? Qual è la denominazione preferita dai pensionati?Le risposte a tutte queste domande sono nella ricerca realizzata attraverso Tannico Intelligence, il servizio di market analysis che l’enoteca online leader in Italia fornisce gratuitamente ai propri fornitori e ai consorzi.

  • E' tempo di insalate. Ecco quelle più gustose

    Deliveroo ha messo in evidenza quelle più particolari presenti in Italia e nel mondo

    05/04/2018 14:26

    Cresce con la primavera la voglia di avere tavole e piatti più colorati, con un’attenzione maggiore verso piatti leggeri ideali per affrontare le giornate che si allungano e più adatti a un clima mite. Tra i tanti del periodo si pensa a quelli ricchi di verdure verdi a foglie: Deliveroo, il servizio di food delivery che consente di gustare a domicilio i piatti dei migliori ristoranti della città presente in 12 Paesi e oltre 200 città, ha indagato sulle insalate, mettendone in evidenze alcune tra le più particolari in Italia e nel mondo, realizzate con abbinamenti ed accostamenti unici, insoliti e gustosissimi. Si parte da Brisbane in Australia dove molto in voga è l’insalata che unisce carne, verdura e frutta esotica, come quella di Villa Bowls che oltre al petto di pollo al latte di cocco, associa straccetti di cavolo, patate dolci arrostite, ananas arrosto, broccoli sbollentati conditi con una salsa a base di soia al peperoncino rosso e citronella.

  • Sale nelle preferenze la cucina messicana. Sconfitti i fornelli giapponesi

    A segnalare il cambio di gusti dei consumatori italiani è Deliveroo. La piattaforma di consegne a domicilio apre a Parma, Modena e Pavia

    04/04/2018 17:36

    Per la prima volta la cucina messicana batte alla fine del 2017 quella giapponese. A segnalarlo è Deliveroo, la piattaforma online di consegne di cibo a domicilio in un studio sul cambiamento in atto nei gusti dei consumatori italiani che si dimostrano- si legge in una nota- sempre più amanti della sperimentazione. L’analisi evidenzia inoltre che nelle preferenze avanzano, ad esempio, gli ordini di cibo hawaiano cresciuti, del 50% negli ultimi 12 mesi.

  • Pasqua, è festa con 15 milioni di uova. Duecentotrenta milioni la spesa totale

    L'indagine Cna stima che sono vendute ai consumatori mediamente uova a 15 euro l'una e tra i 38 e i 40 euro al chilo

    30/03/2018 20:09

    Ammonta a duecentotrenta milioni di euro il mercato delle uova di cioccolato pasquali, secondo una indagine condotta dal Centro studi Cna in collaborazione con Cna Agroalimentare tra gli iscritti alla Confederazione. Un mercato da maneggiare con cura, quindi, non solo per la fragilità delle uova. L'indagine stima che a Pasqua 2018 si consumeranno oltre 15 milioni di uova, vendute ai consumatori mediamente a 15 euro l'una e tra i 38 e i 40 euro al chilo. Un terzo delle uova pasquali è di produzione artigianale. Al vertice delle preferenze i prodotti "from bean to bar" (letteralmente: dalla fava di cacao alla barretta), vale a dire i cioccolatieri che controllano l'intera filiera

Pagina 1 di 33

Naviga tra le pagine

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8
  9. 9
  10. 10
  11. 11
  12. 12
  13. 13
  14. 14
  15. 15
  16. 16
  17. 17
  18. 18
  19. 19
  20. 20

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo

AgroSpeciali