Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Food Mania

Food Mania

  • Spaghetti mon amour. Oltre la metà degli italiani li predilige ad altri formati di pasta

    Ben il 67% dei connazionali li preferisce a fusilli, rigatoni e alle penne. Il dato emerge da un sondaggio di Doxa/Aidepi (l'Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane)

    13/03/2015 18:16

    Gli italiani preferiscono gli spaghetti. Ne mangiano in grandi quantità e soprattutto al pomodoro. La ricetta più semplice e più amata. Ben Il 67% degli italiani li predilige ad altri formati di pasta, anche se fusilli, rigatoni penne con il 64% seguono a ruota, mentre lasagne, farfalle, tagliatelle e cannelloni (tutti con gradimenti compresi tra il 28% e il 35%), restano indietro di parecchie lunghezze. Il sondaggio è di Doxa/Aidepi (l'Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane).

  • Dai broccoli al tofu fino alle patatine fritte, ecco la “black list” degli anti-afrodisiaci

    L'esperta nutrizionista Elouise Bauskis ha stilato la lista dei cibi che fanno spegnere il desiderio a tavola. Hot dog, formaggi e carne rossa banditi dal menù

    11/03/2015 20:08

    Se le classifiche degli alimenti hot fanno il giro del web, poche sono ancora le informazioni sugli antagonisti alimentari dell'amore. La strada è breve dunque per dire che una seratasexy non comincia in camera da letto, ma in cucina. Non basta pensare a candele e lenzuola di seta o a un look accattivante quando si pianifica un incontro d'amore con il proprio partner. La partita, dunque, si gioca ancora prima nel piatto e ci sono cibi che fanno bene alla salute, ma non altrettanto al desiderio L'esperta nutrizionista Elouise Bauskis ha stilato quindi la 'quindicina' da incubo

  • Da Michelle Obama a Madonna, la pasta italiana fa girare la testa agli americani

    Il tipico piatto della penisola è sempre più amato negli Usa. Il consumo è di una volta alla settimana per il 77% degli Yankee. Per Il 33% il consumo è di tre volte nell'arco di sette giorni

    03/03/2015 20:25

    Pasta made in Italy sempre più amata negli Usa grazie ai Vip. L’appuntamento con il piatto tipico italiano è di una volta alla settimana per il 77% degli americani, mentre il 33% mangia pasta almeno 3 volte al settimana. Sostenitori di questa tendenza salutare a stelle e strisce troviamo Madonna, che nella sua recente "toccata e fuga" italiana (con arrivo a Milano con un jet privato venerdi' sera per registrare la sua apparizione a Che tempo che fa e immediata ripartenza per Parigi) non ha comunque mancato di mangiare pasta (3 piatti) e di raccontare questa esperienza nei suoi tweet sul viaggio in Italia. E accade negli stessi giorni in cui la "first lady of food" Michelle Obama si fa immortalare dal Time con un piatto di spaghetti (per il magazine Cooking Light dedicato a cibo, salute e corretta alimentazione),

  • Veraci, gourmet, critical e foodster, ecco i quattro profili dei foodies nostrani

    Identificati dalla società di ricerche Squadrati i tipi di amanti del cibo che si pronunciano sul web e sui social network

    02/03/2015 16:56

    L’Italia è un paese di buongustai, ma quali sono i tipi di amanti del cibo che si pronunciano sul web e sui social network? Se lo è chiesto Squadrati, società di ricerche di mercato nota per i suoi quadrati semiotici divenuti un caso virale nella rete. Dalla ricerca sono emersi quattro profili di foodies, rappresentati tramite il quadrato semiotico

  • Lo chef del futuro?. Tracciabile, biologico, tecnologico e bello

    A delineare il futuro della professione l’Ordine dei Maestri di cucina nell’ambito della 35esima edizione di Tirreno C.T. Le caratteriste segnalate- viene spiegato- vanno incontro alle esigenze del consumatore di oggi che si aspetta piatti semplici

    22/02/2015 16:01

    Varata la figura dello chef del futuro. A disegnarla è l’Ordine dei Maestri di cucina che ha promosso un incontro su “I Valori della Cucina Italiana” nell’ambito della prima giornata della 35esima edizione di Tirreno C.T., la fiera dedicata al mondo della ristorazione e dell’ospitalità in corso a Carrara Fiere fino a giovedì 26 febbraio. Il cuoco del prossimo domani- si spiega- deve essere tracciabile, biologico, ecosostenibile, buono, sano, tecnologico e bello (dal punto di vista della presentazione dei piatti). Le caratteriste segnalate- si precisa inoltre- vanno incontro alle esigenze del consumatore di oggi che si aspetta piatti semplici, non tanto conditi, ma con sapori che rispecchino le materie cucinate

  • Lattoteca Elvirina, l’ultima rivelazione dello street food

    21/02/2015 13:09

    Rappresenta un nuovo modo di somministrare latte caldo o freddo ed è senza dubbio l’ultima rivelazione dello street food: “Lattoteca Elvirina”, propone diversi prodotti tutti a base di latte bovino. Fiore all’occhiello dell’esercizio gestito a Roma (zona Prati-Trionfale) da Patrizia Dionisi è il fruppè, frullati a base frutta fresca, latte, panna, zucchero e gelato.

    Video
  • Cortona Doc: storia, cultura e un pizzico di aria cool per raccontare le qualità del vino

    L’area vitata in provincia di Arezzo ha una produzione di oltre 600mila bottiglie all’anno con un fatturato medio che supera i 3 milioni di euro. Proposti Syrah e Sangiovese. Ricca l’offerta ricettiva. Jovanotti il personaggio illustre del territorio

    10/02/2015 16:19

    Una terra ricca di storia e qualità, ma forse ancora poco conosciuta ai wine lovers e agli enoturisti: parliamo dell’area di produzione vitivinicola del Cortona Doc e dell’intero territorio ricettivo che offre opportunità culturali, di svago e relax che non temono sicuramente la concorrenza di località considerate dai più come luoghi blasonati per il loro curriculum di proposte di soggiorno. In questa zona in provincia di Arezzo, tra una tappa e un’altra, si può assaporare un buon bicchiere di vino e visitare qualche buona locanda di ristorazione (ad esempio l’Osteria del Teatro) scoprendo bellezze architettoniche, paesaggistiche, culturali, storiche e popolari cariche di significato a partire dalla civiltà etrusca presentata in maniera impeccabile dal Museo dell’Accademia etrusca e della città di Cortona (Maec).

  • “Oiblò”, i Pastrami Sandwich trovano casa a Roma

    29/01/2015 09:58

    E’ un locale da veri gourmet. “Oiblò. Gastronomia. Affumicheria Sandwicheria”, collocato a Roma, nelle vicinanze della Città del Vaticano, si propone come una meta da non trascurare per tutti coloro alla ricerca di delizie di eccellenza. Il menù proposto da Adriana Dora Buonarota e Marco Annunziata offre da possibilità di degustare ad esempio un Tris di tonno e pinne gialle oppure il salmone, rucola e parmigiano e la ricciola di fondale. Varia e divertente- come segnala in questa intervista di Adriana Dora Buonarota rilasciata a Maria Cristina Cusumano anche l’offerta dei panini: si può scegliere dal panino Sorrentino (provola, pachino igp semisecchi, pomodoro, basilico) per arrivare al classico Toscanello (finocchiona, stracchino, patè di finocchietto)

    Video
  • Dal Noma a Metamorfosi, John Regefalk è il globetrotter della cucina

    Lo chef svedese, con un trascorso nel ristorante di René Redzepi ed esperienze in Portagallo e Giappone, è protagonista da dicembre scorso di una web serie dal titolo “Chef… con 1 euro” sul sito di Real Time tv

    21/01/2015 16:07

    Lo chef John Regefalk è nato a Skåne Tranås, un piccolo paesino nel sud della Svezia. E´ arrivato in Italia dopo diversi anni di esperienze nelle cucine della Svezia, passando per la Danimarca, il Portogallo e il Giappone. Ciò che lo ha portato nel Bel Paese è il suo grande amore per la cucina: qui per i primi 3 mesi ha girato, zaino in spalla, l´intero stivale assaggiando piatti della tradizione munito solo di pochi soldi e grande curiosità. Stabilito a Roma ha lavorato prima al ristorante Antico Arco e poi al ristorante Metamorfosi, dove lavora tuttora come sous chef.

  • “I Cento di Roma 2015”, ancora una volta il numero 1 è Heinz Beck

    09/01/2015 13:11

    Cambia guida, ma non lo chef vincitore. Dopo Gambero Rosso e PecoraNera ancheper la guida “I Cento di Roma 2015” (casa editrice Edt) Heinz Beck (La Pergola de l’Hotel Rome Cavalieri) è il migliore. Insomma il tedesco, oltre ad essere tra i numeri 1 a livello nazionale ed internazionale, non intende scendere dal trono della ristorazione capitolina.

Pagina 14 di 29

Naviga tra le pagine

  1. 4
  2. 5
  3. 6
  4. 7
  5. 8
  6. 9
  7. 10
  8. 11
  9. 12
  10. 13
  11. 14
  12. 15
  13. 16
  14. 17
  15. 18
  16. 19
  17. 20
  18. 21
  19. 22
  20. 23
  21. 24

Cerca

Multimedia

  • video

    A Pasqua arriva la colomba al Parmigiano Reggiano di Claudio Gatti

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”

AgroSpeciali