Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » L'indirizzo

L'indirizzo

  • Zia Rilla, la pasta espressa è servita

    Ha preso il via a Roma, nelle vicinanze del Vaticano, un laboratorio con cucina a vista che propone varie tipologie di prodotto fresco con possibilità di acquistarlo in loco

    27/12/2017 18:08

    Si dice che nella botte piccola c’è il buon vino. Probabilmente mai un proverbio è stato così calzante: Zia Rilla (Via Famagosta 18), nuovo laboratorio di pasta fresca artigianale con cucina espressa a vista aperto a Roma nelle vicinanze del Vaticano nel quartiere Trionfale-Prati, rispecchia pienamente la massima. Il ristorante, ricco di una qualità semplice che riporta ai sapori dei vecchi tempi e ripete, in qualche misura, l’esperienza ristorativa dei nonni della proprietaria Enrica Sutrini che si trasferirono nella Capitale dai Castelli Romani aprendo diversi locali forti del loro bagaglio di agricoltori producendo olio e vino, ha un’ampiezza di appena 24 coperti, ma che lo rende fortemente cool nel suo arredamento e piacevole per la sua proposta gourmet.

  • Manforte, il gusto di mangiare con le mani

    Nato dalle ceneri di un antico fienile il locale aperto a Roma nella zona di Talenti propone una vasta gamma di lievitati. Nel menù anche una ricca proposta di hamburger

    22/12/2017 16:36

    E’ il luogo della socialità e convivialità dove le regole della formalità per una volta si fanno da parte lasciando spazio al relax, al divertimento e al buon mangiare utilizzando le mani in un trionfo di lievitati e cibo gustoso. Insomma per una volta non si giudica se il piatto è da stella o meno, ma si bada solo alla qualità. E da Manforte (Via Giovanni Zanardini, 39), locale nato sulle ceneri di un antico fienile e ubicato a Talenti nella zona nord di Roma, tutto questo è più che assicurato. L’idea ristorativa, messa in piedi da Fabrizio Marcucci, Valeria Bortolan e Stefano Bugoni, ha un’ ampiezza, calcolando anche l’area esterna, di 2 mila metri quadrati con 800 posti a sedere

  • Stilelibero, la materia prima è al primo posto per una cucina non omologata

    Apre nel quartiere Prati di Roma il ristorante guidato in cucina da Max Mariola. Il locale propone musica dal vivo e una ricca proposta di drink, vino e birre artigianali

    01/12/2017 13:24

    Una doppia anima per un locale destinato a fare tendenza. Il mood del locale è invece il termine libero come spiega lo chef consulente del ristorante e volto tv Max Mariola. Insomma Stilelibero (Via Fabio Massimo 68/70), aperto nella borghese zona di Prati della Capitale, vuole essere qualcosa di diverso con l’intento di uscire dagli schemi preconfezionati e dallo schema newyorchese. Via dunque alle grandi porte-finestre contornate da bordi neri ma spazio a una tradizionale entrata italica che apre a un primo piano più formale fatto di una cucina a vista con tavoli e panche sinuose di legno rovere e lampade in ottone che conducono, attraverso una scala in ferro e legno, a un livello sotterraneo in modalità club cocktail bar dove musica, lifesyle e drink la fanno da padrona

  • Gialle&Co, l'interpretazione italiana delle baked potatoes

    Aperto a Milano, in zona Moscova, il ristorante interamente dedicato alla patata cotta al forno. Nel menù quindici ricette signature e altre stagionali ideate dallo chef Andrea Vigna a un prezzo che non supera gli 11 euro

    05/11/2017 12:45

    Un vero e proprio tempio della patata. Insomma una mecca per gli amanti della tipica baked potato inglese rivisitata in chiave italiana. Milano, città candidata a diventare capitale del food, si fregia di un’altra chicca ristorativa nel pieno centro abitativo Gialle&Co (Via A. Volta, 12), primo locale del capoluogo lombardo dedicato interamente alla patata cotta al forno e declinata in quindici ricette signature e altre stagionali ideate dallo chef Andrea Vigna. Nel menù si possono scegliere le Fishytariane oppure le Veggytariane, le Meatariane o le Vegane, per fare qualche esempio e il tutto a un prezzo che va dai 7 euro e non supera gli 11.

  • 28 Birreria Gastronomica: nuovo format per i beer lovers

    Caulier e Toccalmatto uniscono le forze per rilanciare il locale romano presente nella zona di Ponte Milvio. Saranno proposte venti birre e sei guest a rotazione

    04/11/2017 15:23

    In un solo colpo due birre di diversa origine e dal pedigree importante al posto di una sola nella stessa location. L’occasione è ghiotta e sicuramente da non perdere. L’opportunità la offre la città di Roma con 28 Birreria Gastronomica (Via Flaminia, 525), locale nelle vicinanze di Ponte Milvio che ha favorito l’incontro sinergico di due brand di livello della birra: il belga Caulier e il parmense Toccalmatto. La collaborazione, nata all’insegna del volere far perdurare l’indipendenza commerciale dei due marchi, ha generato per la Capitale un restyling del format ristorativo che garantirà una maggiore promozione al settore delle birre

  • Exquisitaly: viaggio gourmet lungo la penisola della pizza

    Il locale polifunzionale di piazza San Bernardo a Roma propone una personale interpretazione romana della pizza dedicata alle città italiane

    02/11/2017 15:17

    Vale il prezzo soltanto per l’idea di andare di città in città fantasticando di trovarsi in pochi minuti a Bolzano, Venezia oppure a Napoli e Bari, per citare alcune località. La formula di viaggio è croccante e tonda e il tragitto è accompagnato da ingredienti rigorosamente territoriali. Il mezzo di trasporto è invece la pizza di Exquisitaly, il locale polifunzionale di piazza San Bernardo 99 a Roma, che ha ampliato la sua offerta gastronomica con una nuova linea di produzione dedicata a una personale interpretazione della più “verace” tradizione romana: una pizza morbida ai bordi e croccante alla base. Artefice di un viaggio gourmet lungo la penisola è Rodolfo Mazzei

  • Forte, la Calabria in un piatto

    A Roma, nella zona della Tiburtina, apre la gastronomia dedicata ai prodotti e alla cucina della punta dello Stivale. Nel menù taglieri, fritti, bruschette e portate tipiche del territorio

    23/10/2017 14:28

    Vietato sbagliare. ‘Nduja e altre tipicità locali della Calabria hanno un solo indirizzo da oggi a Roma: Via Giuseppe Marcotti, 20. Foodies, gastrofighetti e appassionati di buona cucina sono quindi avvisati. Perseverare nell’errore sarebbe diabolico. La cosa più semplice da fare, se si vorranno quindi degustare i sapori autentici della punta dello Stivale, sarà quello di scegliere Forte, gastronomia, nata dall’amore di Giuseppe Marturano per la sua terra di origine. Il laboratorio, con habitat nella zona della Tiburtina e definito così dal proprietario con alle spalle altri progetti di ristorazione, propone tradizioni agricole e artigianali che difficilmente scavallano i confini regionali.

  • Flora Restaurant, atmosfera romana. Sapori napoletani

    All'interno del Rome Marriott Grand Hotel prende il via la cucina dello chef partenopeo Raffaele de Mase. Menù mediterraneo con un'attenzione alle tendenze internazionali

    19/10/2017 16:18

    Lontano dai locali di tendenza degli ultimi tempi. Fedele alla storia e alla leggenda che lo avvolge. Di qua sono passati infatti personaggi del calibro Richard Nixon, Paul Getty, Christian Barnard, Joan Crawford, Cassius Clay e Federico Fellini. La location è quella del Flora Restaurant (Via Vittorio Veneto, 191), nuova isola del gusto gourmet con sede all’interno del Rome Marriott Grand Hotel Flora, struttura alberghiera con habitat nell’indimenticata strada della Dolce vita romana, Via Veneto. Il ristorante, guidato dallo chef Raffaele de Mase e realizzato con la consulenza di Maurizio Cortese, ha il suo filo conduttore nella città di Napoli: sia il cuoco responsabile della brigata che la “Salvatore Naldi Group” , proprietaria dell’ edificio in stile liberty che ospita il ristorante, sono made in Naples al 100 per cento.

  • Officina, da pub a ristorante senza passare dal via

    A Roma il locale dei fratelli Arcangeli cambia vita proponendo una cucina di qualità mantendendo ben saldi le proprie radici e introducendo una pizza d'autore

    16/10/2017 17:10

    Da pub a ristorante- pizzeria senza cambiare pelle. A cambiare marcia a Roma sono i fratelli Alfredo e Mario Arcangeli che con il pallino delle automobili e di tutto quello che gira intorno al mondo dei motori hanno rinnovato il loro Officina (Via Populonia, 19) con l’aiuto e l’esperienza di Marco Lungo, esperto del settore e creatore di un impasto fatto di solo grano italiano e di un prefermento, la Biga Lungo, che conferisce caratteristiche di fragranza, scioglievolezza ed aromi simili all'impiego di una pasta madre, riducendo quasi a zero l'uso del lievito. Il locale, presente nella zona dell’Appio Latino da alcuni anni e organizzato in due sale comunicanti con in primo piano pezzi di vetture tramutati in tavoli e posti a sedere, è di 180 metri quadri per un totale di circa ottanta posti a sedere tra interno ed esterno.

  • L'Ile Douce, omaggio francese allo skyline di Milano

    Apre nel quartiere Isola del capoluogo meneghino la pasticceria gourmet d’ispirazione transalpina. Proposti in 120 metri quadrati torte, mignon, macarons, croissant preparati dal pastry chef Fabrizio Barbato

    13/10/2017 14:35

    Ha sangue del Sud Italia, ma è un omaggio a Milano e alla pasticceria francese. La novità meneghina in fatto di dolci si chiama L'Ile Douce (via Porro Lambertenghi, 15). La sua leccornia vincente ha un decoro esclusivo che richiama l’inconfondibile skyline milanese con una composizione fatta di bavarese al pistacchio, aspic di champagne rosè, litchi e petali di rosa. Il suo nome naturalmente è Ile Douce, individuato anche per omaggiare il quartiere Isola dove si trova il locale di 120 metri quadrati. Ideatori e fondatori di questa nuova meta del gusto sono dei giovani imprenditori del beneventano, Fabrizio Barbato, pastry chef con una laurea in legge ed un passato al Boscolo Hotel di Milano, al ristorante stellato Kresios di Telese (Benevento) e con grandi maestri quali Iginio Massari, Luigi Biasetto e Sal de Riso

Pagina 4 di 18

Naviga tra le pagine

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8
  9. 9
  10. 10
  11. 11
  12. 12
  13. 13
  14. 14
  15. 15
  16. 16
  17. 17
  18. 18

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo

AgroSpeciali